Palazzo Luraschi

Ferdinando Luraschi

Palazzo Luraschi

1881-1887

 

 

Il palazzo, costruito tra il 1881 e il 1887 su progetto di Ferdinando Luraschi, sorge sull’area in precedenza occupata dal Lazzaretto. Quest’ultimo, citato anche dal Manzoni nei Promessi Sposi, venne demolito nel 1882 per far posto alla lottizzazione prevista nel Piano Beruto. Del ricovero oggi rimane solo l’antica chiesa a pianta ottagonale di San Carlo ed un tratto dell’ala nord visibile in via San Gregorio. L’architetto Luraschi pertanto decise di riutilizzare quattro colonne che in origine delimitavano il perimetro del Lazzaretto all’interno del cortile e di collocare nella corte interna dodici medaglioni che rievocano Renzo, Lucia, e altri personaggi di spicco del racconto manzoniano. La facciata presenta molteplici decorazioni bugnate, mentre cariatidi e mensoloni ne sorreggono balconi e cornicioni. Palazzo Luraschi fu inoltre tra le prime costruzioni milanesi a poter contare 8 piani, infrangendo la norma definita “servitù del Resegone”, che imponeva ai costruttori, che edificavano a nord della città, di non superare i tre piani di altezza per non impedire la vista delle Prealpi e del monte Resegone.

DETTAGLI
corso Buenos Aires, 1, Milano