Palazzo del Toro

Emilio Lancia, Raffaele Merendi

Palazzo del Toro

1939.

 

L’edificio, progettato da Emilio Lancia in collaborazione con l’ingegner Merendi, sorge sul sito della demolita Galleria De Cristoforis mediante la giustapposizione di due blocchi: uno a torre, posizionato nel cortile interno, e uno perimetrale, con andamento curvilineo su piazza San Babila e rettilineo su Corso Matteotti. Il fronte più alto e concavo presenta un portico, i cui pilastri doppi sono rivestiti in porfido Predazzo, sopra il quale corre con una fascia finestrata su tre piani scandita da lesene. Gli ultimi due piani e il piano d’attico del fronte curvo digradano a gradoni, sottolineati anche dal cambio cromatico, mentre l’angolo tra la piazza e corso Matteotti, rivestito in pietra come il resto delle facciate su strada, non presenta parti arretrate ed è connotato, su entrambi i lati da aperture regolari. Sul fronte verso piazza San Babila è collocato un altorilievo di Gigi Supino, raffigurante le Allegorie del Lavoro e dell’Assistenza, mentre nella parte di prospetto più alta, che risvolta su corso Matteotti, sono posizionate oltre il cornicione quattro statue in pietra, che rivolgono lo sguardo verso la nuova arteria cittadina. Al piano terra, la costruzione della Galleria Ciarpaglini detta del Toro, riprende la precedente galleria De Cristoforis, articolando, attraverso una pianta a T, tre differenti sbocchi, al cui incrocio viene posizionata una statua raffigurante un toro, simbolo della compagnia assicurativa proprietaria del palazzo. La galleria presenta inoltre una serie di corpi illuminante art decò ed è decorata da mosaici figurativi: le due opere si trovano al centro sulle pareti alte e rappresentano rispettivamente la città di Torino, sede storica della Toro Assicurazioni, e la città di Milano. L’accesso alla galleria da corso Matteotti è connotato da un grande portale sormontato da un balcone corrispondente a tre ordini di finestre arretrate, mentre il prospetto è coronato da un sistema a travi e pilastri.

DETTAGLI
Piazza San Babila,