Chiesa Santi Quattro Evangelisti

Giovanni Muzio,

Chiesa Santi Quattro Evangelisti,

1954-1955.

 

Il complesso, composto dalla chiesa e dai volumi destinati all’oratorio e alle funzioni accessorie all'attività pastorale, sorge su un piccolo lotto ad angolo tra le vie Pezzotti e Carcano. Il corpo trapezoidale della chiesa è orientato diagonalmente rispetto agli assi stradali e il suo arretramento permette la creazione di un sagrato e uno spazio verde di filtro. La facciata principale, preceduta da una scalinata e inquadrata da due torri esagonali, è in mattoni a vista, la cui tessitura suggerisce un movimento ascensionale. I tre portali bronzei sono valorizzati dalla presenza di cornici in pietra, mentre nella parte superiore è incassato un mosaico della Madonna. Il fronte è terminato da cinque cornici timpanate in pietra, che slanciandosi verso il cielo accolgono le statue dei quattro evangelisti e di Gesù Cristo. Lo spazio interno, diviso in tre navate, si allarga e si alza progressivamente verso l’altare; l’altezza progressiva è sottolineata dalle travi autoportanti, che vengono lasciate a vista, e dalla successione delle vetrate colorate. Le navate terminano in tre nicchie geometriche rivestite da mosaici dorati, ad opera di Mario Zappettini, che realizza anche le decorazioni del soffitto. La nicchia centrale costituisce l’abside della chiesa; qui la copertura discende al livello del terreno avvolgendo l’organo e la pala posta dietro l’altare, raffigurante l’episodio dei discepoli di Emmaus. Le nicchie laterali sono invece dedicate alla Madonna e a San Giovanni Evangelista. Ad opera di Antonio Majocchi era il baldacchino, ora rimosso, decorato con motivi a sbalzo in rame.

DETTAGLI
Via Giovanni Pezzotti 53,