Casa del Manzoni

La Casa del Manzoni, dove il poeta abitò dal 1814 e morì il 22 maggio 1873, è sede del Centro Nazionale di Studio Manzoniani. Istituito nel 1937, raccoglie le opere dello scrittore nelle varie edizioni italiane e straniere, e ha una Biblioteca di circa 20.000 volumi. Nell'edificio ha sede il Museo Manzoniano, che consta, al piano terra, dello studio arredato del poeta, mentre al superiore conserva una ricca iconografia con autografi, documenti storici, oggetti personali, alcuni quadri d'autore e la camera da letto.

Il percorso museale, riformulato in concomitanza di Expo 2015, si presenta al pubblico in una veste totalmente rinnovata, sulla base di un progetto elaborato dallo Studio De Lucchi che propone una visita di Casa Manzoni in dieci sezioni. Queste ripercorrono, attraverso gli arredi e le opere d'arte esposte nelle sale, diversi itinerari nella vita e nell'opera dello scrittore. Dalla famiglia ai ritratti, dai paesaggi del romanzo alla sua passione per la botanica, dagli amici agli scrittori che lo presero a modello, dalla camera da letto – restata quale la lasciò – allo studio in cui nacquero "I Promessi Sposi".

La facciata della casa, dai compositi fregi in cotto eseguiti nel 1864 da Andrea Boni, è esempio caratteristico, e tra i pochi rimasti, della disinibita "ars combinatoria" del periodo risorgimentale.

 

DETTAGLI
Sito internet del museo - website
Via Gerolamo Morone, 1, 20121 Milano
Museo segreto