Villa Necchi Campiglio

Villa Necchi Campiglio è una casa museo donata al FAI da Gigina Necchi Campiglio e Nedda Necchi nel 2001. L'edificio è stato realizzato da Piero Portaluppi tra il 1932 e il 1935, curandone anche parte dell'arredo interno. La casa segna uno dei momenti di massima modernità dell'architetto, influenzato in questo periodo dalle forme essenziali e lineari del razionalismo. Vera e rara testimonianza di villa urbana in pieno centro di Milano, con ampio e ombroso giardino, conserva ancora piscina (la prima ad essere stata costruita a Milano su terreno privato), tennis e annessi. Gli ambienti, sia interni che esterni, sono un eccezionale documento del modo di vivere dei proprietari, esponenti dell'alta borghesia industriale lombarda.

Lo splendore degli arredi originali, degli oggetti d'uso e di importanti pezzi d'arte è stato impreziosito in tempi recenti dal lascito delle collezioni de' Micheli e Gian Ferrari, che comprendono opere di Tiepolo e Canaletto fino ad arrivare a Sironi, De Chirico, Martini e Wildt. Da novembre 2017 la villa si è arricchita della opere della Collezione Guido Sforni (1935-1975): 21 lavori su carta di grandi artisti del Novecento come Picasso, Fontana, Modigliani, Matisse e altri.

DETTAGLI
Sito internet del museo - website
Via Mozart, 14, 20122 Milano
Museo segreto