Raccolte Arte Applicata e Strumenti Musicali - Castello Sforzesco

Le Raccolte Arte Applicata e Strumenti Musicali sono nate grazie all'acquisizione, da parte del Comune di Milano, della raccolta di strumenti musicali del maestro Natale Gallini (1891-1983) ed è stato allestito nel 1963 nelle sale della Rocchetta. La collezione si componeva in particolare di pianoforti rettangolari (“a tavolino”) prodotti in Italia settentrionale, di strumenti della grande tradizione della liuteria lombarda e di strumenti musicali provenienti dall’Africa, dalla Cina e dal Giappone. La Raccolta fu incrementata negli anni dal lascito dell’ingegnere e violinista Antonio Boschi, da donazioni di privati e da nuove acquisizioni. Nel 2000 il Museo ha ricevuto in dono strumenti facenti parte della raccolta di un’antica famiglia di liutai milanesi, i Monzino. Nel 2008, grazie al contributo di MITO, in una sala del Museo è stato ricostruito lo Studio di Fonologia Musicale della Rai, attivo fino al 1983, con lo scopo di rendere disponibili agli appassionati e agli studiosi gli apparati elettronici e i suoi archivi. Il progetto di allestimento, con gli arredi originali di Gio Ponti, è stato curato dallo Studio De Lucchi.

DETTAGLI
Sito internet del museo - website
Piazza Castello, 20121 Milano
Museo segreto