Chiesa di Santa Maria Annunciata presso l'Ospedale San Carlo Borromeo

Gio Ponti, Antonio Fornaroli,

Alberto Rosselli

1964-1969

 

 

Oggi nota come Santa Maria Annunciata, la chiesa sorge in prossimità dell’Ospedale San Carlo; a cui si collega direttamente tramite una pensilina. La pianta ad esagono allungato presenta sui fronti maggiori due ingressi preceduti da scalinate ed incorniciati da portali sormontati da quattro timpani triangolari. Sul retro si addossano all’edificio quattro cappelle esagonali, con copertura a padiglione, che mediante un atrio si connettono all’aula principale e al collegamento con l’ospedale. L’esterno della chiesa, ad eccezione della struttura portante, è interamente rivestito in piastrelle di ceramica, prodotte dall’azienda Ceramica Joo, che alternano formelle diamantate, capaci di riflettere e rifrangere la luce, a quelle piane che incorniciano le aperture. Queste punteggiano le facciate riprendendo la figura del diamante, largamente utilizzata nelle architetture di Ponti, ed organizzando una serie di bucature a ferritoia, che contribuisco all’illuminazione naturale degli interni. Sopra il portale nord è presente una grande vetrata policroma opera della ditta Venini su disegno di Gio Ponti e del pittore Toni Zuccheri, mentre le feritoie del fronte sud sono schermate internamente da ventidue pale in quercia policrome, ad opera di Padre Costantino Ruggeri, che raffigurano i Santi ospedalieri. La copertura a falde è rivestita in rame ed è sorretta da una serie di capriate a vista in cemento grezzo. All’interno l’intera struttura è a vista e contrasta cromaticamente con l’intonaco bianco dei tamponamenti, inoltre la zona dell’altare e la parte terminale dell’aula sono rialzati e il piano interrato è occupato da una cripta e due auditori. Sul fondale in cemento, che separa la sagrestia e il balcone del coro, è issato un gruppo scultoreo di tre croci. Ponti si occupa inoltre del disegno degli arredi, la cui esecuzione, insieme a quella del fonte battesimale in ferro, del tabernacolo e il leggio è affidata alla scuola Beato Angelico.

DETTAGLI
Via Pio II, n. 3, 20153 Milano