News

Focus On

Fondazione Remo Bianco

Questo mese Associazione MuseoCity è entusiasta di inaugurare Focus On, un programma di approfondimenti alla scoperta del grande patrimonio museale milanese di cui è promotrice e sostenitrice. Ogni mese ci faremo guidare attraverso tesori e curiosità di un’istituzione cittadina del nostro network e vi racconteremo della nostra visita, tramite newsletter e social media, offrendovi spunti di riflessione e sguardi inediti sulle realtà museali vicine a noi. Ai nostri soci sarà possibile prenotare e partecipare ogni mese a una visita organizzata, in collaborazione con l’istituzione, offrendo un’occasione in più per conoscere meglio l’arte e la bellezza che ci circonda.

 

Per inaugurare il programma MuseoCity ha visitato la Fondazione Remo Bianco, nata nel 2011 a Milano con lo scopo di mantenere viva la memoria dell’artista Remo Bianco (1922-1988) e della sua opera. La Fondazione è ospitata a Milano presso l’azienda fondata da Virgilio Gianni, imprenditore e collezionista, che sostenne l’artista fin dal primo incontro tra la fine degli anni Quaranta e inizio anni Cinquanta. Profondamente innovativo, eclettico e ironico, Bianco fu una delle figure più importanti nel panorama artistico del Novecento italiano. La sua produzione artistica ebbe inizio negli anni quaranta sotto la guida di colui che sarebbe stato il mentore di una vita, Filippo de Pisis (1896-1956) e si sviluppò nell’effervescente Milano del boom economico, dove ebbe un incredibile successo tra la fine degli anni Cinquanta e Sessanta. Bianco fu un vero ‘ricercatore solitario’ – come amava definirsi – allergico a qualsiasi categorizzazione o affiliazione a uno specifico movimento artistico. Pur avendo adottato inizialmente un approccio figurativo, ben presto iniziò a esplorare le più diverse forme espressive, muovendosi con disinvoltura tra pittura, scultura, e collage fino a sperimentare pratiche artistiche d’avanguardia come installazioni e performance. In particolare diede vita, con progetti innovativi, all’Arte Cimiteriale e all’Arte Chimica, delle quali vi racconteremo nel corso del mese.

 

Con la retrospettiva Remo Bianco. Impronte della Memoria, tenutasi nel 2019 al Museo del Novecento di Milano, la sua città natale ha voluto rendere omaggio a questo artista poliedrico, protagonista indiscusso del panorama artistico del Novecento. Visitare la Fondazione Remo Bianco e seguirne l'attività è un modo per scoprire un universo di sperimentazione ed eclettismo che sa appassionare grandi e piccini.

 

Per scoprire con noi la Fondazione Remo Bianco, seguiteci su: Instagram, Facebook, YouTube!

 

 

Milano MuseoCity 2020

Dal 31 luglio al 2 agosto 2020 tre giorni di incontri, mostre e iniziative digitali per celebrare le collezioni dei musei cittadini attraverso il tema DONNE PROTAGONISTE, dedicato ad artiste, collezioniste, intellettuali e muse della cultura milanese.

 

Per saperne di più

Zona Monti

Una nuova rete culturale di quartiere

Le gallerie d’arte Galleria Tonelli, Pananti Atelier, Podbielski Contemporary, Officine Saffi e Viasaterna si uniscono insieme ad alcune istituzioni pubbliche e private, Archivio Vincenzo Agnetti, Fondazione Piero Portaluppi e Fondazione Stelline, e disegnano il perimetro di Zona Monti, offrendo alla città una giornata di apertura coordinata il 30 settembre 2020, dalle ore 12.00 alle 22.00, e, a partire dalle ore 18 due passeggiate d’architettura guidate da Maria Vittoria Capitanucci con un intervento di Marco De Michelis.

 

L’iniziativa nasce dalla volontà delle gallerie di creare un tessuto di relazioni che colleghi tra loro le gallerie d’arte insieme ad alcune fondazioni e archivi legati all’arte e all’architettura, costituendo un distretto culturale esteso tra l’Arco della Pace, Conciliazione, Santa Maria delle Grazie e Cadorna che guida il visitatore alla scoperta degli eterogenei linguaggi artistici dei singoli spazi.

 

Per saperne di più

App Museo Diffuso

Un’App gratuita pensata per fornire uno strumento agile ed esaustivo a tutti coloro che vorranno sperimentare dei percorsi d'arte insoliti e fuori dagli itinerari ordinari.

In MUSEO DIFFUSO si possono trovare Le signore dei musei; una selezione di 40 murales realizzati da street-artist e animati con la realtà aumentata, concesse da MAUA – Museo di Arte Urbana Aumentata (una volta inquadrata con lo smartphone, l'opera si trasforma in un lavoro di digital art, animata in realtà aumentata); un elenco completo corredato da immagini e spiegazioni delle opere d'arte presenti sulle facciate degli edifici milanesi del XX secolo, da ammirare di persona restando all'aperto. Nella sezione Arte e Architettura sono state selezionate oltre 50 architetture, all’interno della città di Milano, significative per la collaborazione tra artisti e architetti e per l’integrazione tra apparato artistico e architettonico.

 

Per maggiori informazioni

Scarica la app

News

MuseoCity Digitale

Da venerdì 31 luglio 2020 i musei coinvolti aprono le porte al pubblico (ove possibile in presenza, in alternativa in modo virtuale e digitale) proponendo centinaia di appuntamenti tra visite guidate, aperture straordinarie e iniziative speciali, tutte caratterizzate da un unico filo conduttore: DONNE PROTAGONISTE, tema che si accorda perfettamente con quello del Palinsesto culturale 2020 dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, I talenti delle donne. L’edizione di quest’anno di Milano MuseoCity infatti punta a mettere in luce non solo le doti di artiste, collezioniste, intellettuali, ma anche a valorizzare opere delle collezioni museali milanesi che raffigurano donne: un modo per portare all’attenzione del pubblico l’impegno, la creatività e l’intuito femminile, con la doppia finalità di valorizzare il patrimonio dei musei e promuovere una cultura che riconosca l’importante contributo delle donne alla storia e alla società contemporanea.

 

Per vedere i video

Museo Invisibile

Una proposta innovativa immaginata all’inizio del 2020 per Milano: in occasione di Milano MuseoCity prevista a marzo 2020, i rappresentanti di dodici musei cittadini avrebbero incontrato il pubblico nelle tre Sale degli Arazzi a Palazzo Reale.

Le istituzioni avrebbero offerto a ogni visitatore interessato informazioni sul proprio patrimonio artistico, sulle mostre in essere e in preparazione, sulle iniziative e best practices messe in atto per rendere più appassionante entrare nei loro musei; nella Sala delle Quattro Colonne, invece, ogni istituzione avrebbe raccontato al pubblico un suo “segreto” ancora non svelato, un “dietro le quinte”.

A causa dell’emergenza Covid non è stato possibile realizzare gli incontri tra pubblico e responsabili dei musei, ma un Podcast registrato nelle ultime settimane ha raccolto quelle storie inedite dei musei invitati da cui nasce il titolo dell’iniziativa Museo Invisibile: il viaggio avventuroso di un’opera, un restauro complesso, una donazione andata a buon fine, o un qualunque altro avvenimento che i direttori hanno ritenuto interessante per gli ascoltatori è stato raccolto secondo un format che, nei prossimi anni – possibilmente anche con incontri dal vivo – vedrà protagonisti tutti gli oltre ottanta musei milanesi.

 

 

Per saperne di più

Per sentire il podcast

Abbonamento musei Lombardia e Valle d’Aosta

Tariffa speciale in occasione di Milano MuseoCity

Abbonamento Musei è la carta che ti permette di visitare liberamente e ogni volta che lo desideri i musei, le residenze reali, le ville, i giardini, le torri, le collezioni permanenti e le mostre di Milano, della Lombardia e della Valle d’Aosta aderenti al circuito.

L'Abbonamento vale 365 giorni dalla data di acquisto e nell'arco di questo periodo potrai visitare tutti i siti che vuoi quante volte lo desideri.

In occasione di Milano MuseoCity, dal 31 luglio al 2 agosto puoi acquistare l’Abbonamento Musei Lombardia Valle d’Aosta online e presso i punti vendita di Milano alla tariffa speciale di 40€* (anziché 45€).

 

Per maggiori informazioni