News

PAUSA CAFFE' BACKSTAGE

Podcast MuseoCity

Dopo un lungo anno di pandemia, abbiamo colto l'occasione del Premio CULTURA + IMPRESA per far visita a MUMAC, insieme ai tre speaker radiofonici che hanno accompagnato gli ascoltatori di PAUSA CAFFÈ. Abbiamo quindi visitato il Museo e, grazie alla collaborazione di Margherita Pogliani, giornalista professionista, consulente editoriale e digitale, abbiamo registrato 5 nuove interviste durante le quali proprio Laura, Davide e Jacopo si sono "raccontati" e ci hanno narrato alcuni retroscena del podcast. A questi si aggiungono gli interventi di Barbara Foglia, MUMAC Manager e Silvia Adler, Project Manager di MuseoCity.

 

Ascolta qui i "dietro le quinte" di Pausa Caffè

CIVICO MUSEO ARCHEOLOGICO

Sotto il cielo di Nut. Egitto Divino

Un viaggio alla scoperta della spiritualità dell'antico Egitto, tra la molteplicità degli dèi e delle loro forme, spesso caratterizzate da un aspetto ibrido, che unisce a forme umane forme animali. Un'incredibile ricchezza di immagini capace di attrarci ancora oggi e non solo per la loro indubbia eleganza formale. La mostra, prorogata fino al 30 gennaio 2022, ha riaperto al pubblico con un percorso modificato, che valorizza ulteriori reperti della collezione egizia milanese: poco meno di 150 opere vi faranno rivivere il mondo del divino in Egitto attraverso sculture in bronzo, pietra e faïence, rilievi votivi, sarcofagi, mummie ed elementi del corredo funerario, tutti appartenenti al Museo.

 

Per maggiori informazioni

PREMIO CULTURA + IMPRESA

VIII edizione

E il premio per il miglior progetto Under 35 della VII Edizione di CULTURA + IMPRESA 2020 - 2021 goes to.... MUSEOCITY!!

Siamo orgogliosi di comunicarvi di essere stati selezionati tra i progetti che meglio hanno saputo affrontare l’emergenza pandemica rinnovando le modalità di promozione e fruizione della Cultura.

PAUSA CAFFÈ MUSEOCITY, un ciclo di narrazioni di musei, in forma di podcast, ideato in piena pandemia, nel mese di marzo 2020

Con le sue 21 interviste, Pausa Caffè ha dato voce ai
musei della città di Milano in un momento di grande crisi, offrendo agli ascoltatori dei veri e propri "dietro le quinte", nuove chiavi di lettura e spunti di rilessioni. L’obiettivo? Intrattenere gli ascoltatori, far loro compagnia e offrire un momento di riposo, rigenerazione, ma anche di speranza, semplice come un caffè.

Creato e promosso da MuseoCity, grazie al contributo di MUMAC - Museo della macchina per il caffè di Gruppo Cimbali, il podcast è diventato una vera e propria radio on demand sempre disponibile online su Spotify, Apple e Google Podcast e, con i suoi 40.000 ascolti, si rivela ancora oggi, ad un anno dal suo termine, un evergreen per un pubblico di appassionati e non solo.

 

Leggi il comunicato stampa del Premio

 

Clicca qui per scoprire Pausa Caffè con Barbara Foglia, MUMAC Manager

CASTELLO SFORZESCO

Estate Sforzesca

Fino al 7 settembre 2021 sul palco del Cortile delle Armi andranno in scena 80 appuntamenti con prenotazione obbligatoria, con uno spettacolo dal vivo, diverso ogni sera: dal mondo del teatro, a quello della musica e della danza. Il biglietto degli spettacoli sarà accompagnato da un voucher che dà diritto ad un ingresso ridotto ai Musei del Castello (3€) fino al 20 luglio, o ad un ingresso ridotto (€8) alla mostra Il Corpo e l’Anima, da Donatello a Michelangelo + visita ai Musei del Castello Sforzesco dal 21 luglio al 24 ottobre 2021.

 

Clicca qui per scaricare il programma

 

Per ulteriori informazioni e prenotazioni

ARCHIVIO

INTERNATIONAL MUSEUM DAY

Il Futuro dei Musei: rigenerarsi e reinventarsi

ICOM - International Council of Museums celebra la Giornata Internazionale dei Musei, occasione particolarmente importante in questo momento in cui la Cultura si presenta come potenziale motore di ripresa economica e innovazione dell’era post-COVID, tema di quest’anno è infatti Il Futuro dei Musei: Ripresa e Reinvenzione.

Per celebrare questa importante occasione MuseoCity ha chiesto a tutto il suo pubblico di registrare e spedire un contributo video che completi la frase “il Museo che vorrei…”.

 

I contributi più interessanti sono stati montati in 4 video tematici pubblicati sul canale YouTube dell'Associazione:

#inclusione

Il Museo del futuro deve saper coinvolgere tutti gli strati sociali, perchè una città è realmente viva quando si respira cultura in ogni angolo, anche quello più nascosto.

#accessibilità

Il Museo del futuro non deve porsi e non deve porre limiti: la cultura deve essere accessibile per tutti.

#tecnologia

Il Museo del futuro dovrebbe stare al passo coi tempi, adattandosi alle nuove tecnologie ed ai nuovi metodi di comunicazione, per coinvolgere anche le nuove generazioni.

#diletto

Il Museo del futuro regala sempre nuove esperienze e dialoga con le emozioni del quotidiano.

MEET - DIGITAL CENTER

Renaissance Dreams

Dal 18 maggio, sarà aperta al pubblico una installazione immersiva, site-specific, generata a partire da un milione di immagini e testi prodotti tra il 1300 e il 1600 in Italia. Composta da quattro capitoli Pittura, Scultura, Letteratura e Architettura, i dati di ciascuna sezione sono elaborati dall’intelligenza artificiale per mezzo di algoritmi capaci di identificare caratteristiche comuni nelle immagini e nei testi del Rinascimento italiano. Il risultato è una composizione di forme multidimensionali dinamiche, un flusso audiovisivo della durata di trentacinque minuti. Un bellissimo sogno ad occhi aperti, una cavalcata ipnotica che “risveglia” il legame con le tracce vive della storia dell'arte italiana.

 

Per maggiori informazioni e prenotare la visita

MUSEO I TESORI DELLA CA' GRANDA

Un luogo da scoprire

Ha da poco riaperto con una novità il museo che racconta la storia della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, una delle istituzioni civiche più antiche di Milano, voluta nel 1456 come “Spedale dei Poveri” dal duca Francesco Sforza e da sua moglie Bianca Maria Visconti. È stato infatti recuperato, con un impegnativo intervento, un suggestivo ambiente che amplia e arricchisce il percorso espositivo, dove è possibile ammirare opere pittoriche e scultoree (ma non solo) frutto di lasciti e donazioni all'Ospedale Maggiore.

 

Per ulteriori informazioni